· 

I Chakra, la Kundalini e la mia felicità

La felicità non vive nelle vibrazioni basse. Lì non può vivere. Esse sono reciprocamente esclusive. E' tutta una questione di vibrazione non di giudizio morale. e' quuasi una equazione matematica, pensieri, gentilezza, compassione, generostà, amore sacrificio...hanno un'altra frequenza vibratoria; mentre rabbia, gelosia, risentimento, avidità, egoismo, paura, egotismo hanno una vibrazione più bassa. Perciò quando siamo coinvolti in essi, ci tirnao in basso verso i chakra inferiori. Funziona come la tastiera di un pianoforte qualsiasi nota voi suonate , questa è quella che vibra. Ogni tasto del pianoforte ha una funzione positiva e necessaria per le nostre vite. Osservatevi. E' semplicemente qui la differenza, attraverso la consapevolezza possiamo passare da una vibraziona all'altra e trasformare ciò che ci immobilizza in ciò che mette in movimento e ci eleva verso energie più alte.

Scrivi commento

Commenti: 0