· 

Curcuma e Pepe Nero

La coppia perfetta per il nostro benessere

Che la Curcuma sia un ottimo alleato del nostro benessere è ormai noto ai più ma sapete che combinarla con il Pepe Nero può aumentarne i benefici?

Andiamo per gradi: la Curcuma è una pianta erbacea perenne la cui radice viene utilizzata comunemente in Oriente e ormai anche in Occidente, come spezia e rimedio naturale, da sola o all’interno di fito-composti di differente tipologia.

 

Le sue proprietà benefiche per il nostro organismo sono molteplici. Ne riassumiamo le principali:

- ha un’azione antinfiammatoria;

- contribuisce a rafforzare le difese immunitarie;

- contribuisce a migliorare i processi digestivi;

- ha proprietà antibatteriche;

- è un potente antiossidante.

 

Ma se la Curcuma è così ricca di proprietà perché associarla ad altri attivi naturali?

La risposta è nella sua bassa biodisponibilità ovvero la capacità del suo preziosissimo principio attivo, la Curcumina, di essere assorbito e quindi utilizzato dall’organismo per le proprie funzioni fisiologiche. Secondo alcune ricerche, le ragioni di questo devono essere ricercate nella bassa solubilità in acqua e una bassa permeabilità intestinale.

 

Ed ecco che entra in gioco il Pepe Nero, o meglio la Piperina, il suo principio attivo, che è in grado di incrementare in maniera davvero significativa l’assorbimento della curcumina, permettendo quindi al nostro organismo di beneficiare delle sue innumerevoli proprietà.

La Piperina

Vale la pena di soffermaci anche sul principio attivo presente nel comune Pepe Nero. Oltre ad aumentare la biodisponibilità della Curcumina, la Piperina ha proprietà benefiche interessanti tra cui la sua azione termogenica, che contribuisce a stimolare il metabolismo, e quella digestiva. È anch’essa un buon antiossidante, proprio come la Curcumina. 

La Curcuma e gli abbinamenti che ne aumentano la biodisponibilità

La Piperina non è l’unico principio attivo in grado di migliorare l’assorbimento della Curcumina, anche se forse uno dei più efficaci. L’associazione con oli vegetali come l’Olio Extra Vergine di Oliva, facilita ad esempio la solubilità in acqua dell’attivo presente nella Curcuma. Anche la Quercitina, un flavonoide presente ad esempio nella cipolla rossa, nella propoli, nel sedano, nell’uva rossa e in molti altri alimenti di colore rosso o blu, migliora l’assorbimento della Curcumina, andando ad inibire il funzionamento di un enzima che la disattiva.  

Scrivi commento

Commenti: 0